L’occhio è adattabile

Quando entriamo in una stanza buia con una piccolissima sorgente di luce (anche solo una fessura di una tapparella), inizialmente non vediamo nulla e poi pian piano iniziamo a vedere qualcosa e dopo un po’ di minuti vediamo abbastanza bene la stanza e a distinguere anche ciò che ci circonda.

Questo avviene perché la sensibilità del nostro sistema visivo alla luce del giorno è bassa. Entrando nella stanza buia pian piano la sensibilità aumenta.

L’adattamento al buio avviene molto più lentamente dell’adattamento alla luce, ci vogliono circa 15-20 minuti per un adattamento accettabile.

Viceversa, passando dal buio alla luce, l’adattamento è molto più veloce. Per esempio se stiamo per un po’ di tempo in una stanza al buio, e poi improvvisamente accendiamo la luce, restiamo un po’ abbagliati e immediatamente non vediamo nulla. Poi il nostro sistema visivo si adatta, e dopo una decina di secondi siamo in grado di vedere normalmente.

Tutto questo è molto naturale. Sono situazioni che non ci spaventano grazie all’adattamento dei nostri occhi, che con il tempo necessario fanno adattare anche noi all’ambiente e a cambiamenti anche improvvisi.

Generalizzando, in biologia, l’adattamento è proprio la tendenza degli organismi ad armonizzare le proprie funzioni vitali con l’ambiente in cui vivono.

Quell’adattamento che ci fa “sopravvivere” al cambiamento, parafrasando (ed estremizzando anche un po’) quanto ipotizzava Darwin: quelli che sopravvivono non sono i più forti o i più intelligenti, ma i più adattabili al cambiamento.

Con “adattamento”, in altre parole, si intende l’atto di fare un’alterazione o una modifica a se stessi o a ciò che ci circonda. Quando si compra un nuovo paio di pantaloni che sono troppo lunghi, si può fare un rapido aggiustamento modificandone l’orlo, adattandoli alla propria altezza.

Accettare, adeguarsi, e adattarsi è (anche secondo contemporanei uomini di scienza) l’atteggiamento psicologico più utile ogni volta che qualcosa cambia.

E quando qualcosa cambia in maniera traumatica, in psicologia (e non solo), si definisce con il termine Resilienza la capacità di far fronte in maniera positiva a questi eventi traumatici. Capacità che attinge da varie risorse: forza d’animo, intelligenza, creatività, coraggio, pazienza, capacità di condivisione e di solidarietà, pietà, senso del dovere, spirito di sacrificio, disciplina, spirito di adattamento, capacità di donare un altro senso alla vita quando ci sembra che l’abbia perso, etc.

Buona Resilienza!

Le lenti fotocromatiche si evolvono

Le lenti fotocromatiche sono lenti che, quando esposte alla luce del sole, si scuriscono, per poi ritornare allo stato di trasparenza iniziale quando non più esposte ai raggi UV. Questo comportamento fa sì che anche con le lenti da vista si può contare sulla protezione dei nostri occhi, come con gli occhiali da sole.

Prima delle lenti fotocromatiche ci si alternava gli occhiali da vista con quelli da sole graduati, oppure si usavano quegli occhiali con le doppie lenti sovrapposte: all’occorrenza si alzavano o si abbassavano le lenti da sole che si sovrapponevano alle lenti da vista: e quando si sollevavano, tramite l’apertura a libro, sembrava di avere gli occhiali con la visiera. In verità, esistono tutt’ora delle versioni vintage per chi ama quello stile.

Chi invece rincorre le novità ed è proiettato nel futuro probabilmente sta già aspettando le lenti a contatto fotocromatiche, ma nel frattempo può affidarsi a ciò che il presente può offrire in termini di miglior tecnologia disponibile.

Giorgio Foto Ottica ha scelto il produttore Hoya, e propone le lenti Sensity 2 che quest’anno si migliorano ulteriormente, soprattutto per diventare 2 volte più veloci nello schiarimento.

Le lenti fotocromatiche Sensity assicurano visione confortevole in qualsiasi condizione di luce. Allo stesso tempo, le lenti Sensity, sensibili alla luce garantiscono contrasto, senza alterare la percezione dei colori. E’ possibile scegliere tra tre colorazioni intense e naturali sviluppate da specialisti del colore in linea con le ultime tendenze delle lenti da sole, così da garantire un look alla moda: il grigio neutro “Grigio Silver”, il più appariscente “Marrone Bronze” e il vivace e leggermente intenso “Verde Emerald”.

E’ importante assicurare non solo il massimo comfort ma anche la migliore protezione. La Stabilight Technology garantisce prestazioni costanti in tutte stagioni, situazioni e condizioni climatiche. Non solo si scuriscono come una lente da sole di categoria 3 ma diventano estremamente chiare non appena diminuisce l’intensità della luce. Durante queste rapidi cambiamenti, vi è comunque la protezione totale dai raggi UV.